Share with your friends










Inviare

L’ascensore viene normalmente utilizzato per raggiungere velocemente i piani più alti di un edificio. Tuttavia, non viene installato esclusivamente nei condomini o nei palazzi alti, ma anche nelle case su più livelli. In questo articolo, trovi tutto quello che c’è da sapere sugli ascensori da interni, dalle tipologie alle norme di sicurezza (e non) previste dalla legge.

Quando si pensa a un ascensore la prima immagine che si forma nella nostra mente non è certo quella di un appartamento. Eppure, gli ascensori per interni rappresentano una soluzione perfetta per agevolare le normali operazioni in casa… quando l’appartamento si sviluppa in verticale.

Pensaci bene. Quando la metratura di casa non consente troppe rivoluzioni, occorre alzare lo sguardo verso l’alto, e apportare qualche modifica. Ho visto tantissime villette seguire questa logica: “non ho abbastanza spazio per espandere i metri quadri orizzontalmente, perché non farlo in verticale?” Questo significa costruire piani su piani, e donarsi finalmente la casa dei propri sogni, adatta a soddisfare i bisogni e le esigenze di ogni membro della famiglia.

Quadretto a parte, a te interessa conoscere le diverse tipologie di ascensori per interni, e scegliere quello più adatto alla tua casa. In questo, posso aiutarti. Non ti resta che continuare a leggere.

Ascensori per interni: qual è quello giusto per il tuo appartamento?

Prima di acquistare è giusto conoscere. Sempre. Anche in questo caso, sapere quali sono le differenze di funzionamento dei diversi ascensori disponibili in mercato, può fare la differenza.

Ecco, in sintesi, le tipologie più diffuse di ascensori per interni:

  • a fune (o elettrici)
  • con motore a olio (o idraulici)
  • MRL (machine room less)
  • panoramici

Nel dettaglio, andiamo ad analizzare ogni singola peculiarità, esaminando pro e contro.

Ascensori per interni a fune

ascensore elettrico per interni

Gli ascensori a fune, o elettrici, sono particolarmente scelti per i condomini, gli uffici pubblici, gli ospedali o i centri commerciali. Insomma, dove serve rapidità questi ascensori svolgono egregiamente il loro compito.

Questo anche perché il loro funzionamento essendo elettrico, riesce a raggiungere un’ottima velocità di corsa. Tutti i parametri di marcia, inoltre, sono gestiti da uno speciale macchinario (denominato inverter), che viene montato quasi sempre su questo tipo di ascensore.

Un’altra cosa che dovresti sapere, e considerare, riguarda lo spazio da destinare al motore. In fase progettuale, infatti, devi ben tenere a mente che alla sommità del vano di corsa dovrai necessariamente posizionare il motore (e il quadro comando) del tuo ascensore.

Se cerchi una soluzione classica e veloce, questa categoria di ascensori può fare al caso tuo. Anche se, ti avviso fin da subito, il costo di questi gioiellini è alto. Vediamo, anche, l’opzione B?

Ascensori per interni con motore a olio

ascensore per interni lussuoso

La tua seconda scelta può ricadere sugli ascensori oleodinamici, ossia dotati di motore a olio. Chiamati in questo modo, probabilmente, non riesci a individuare la tipologia, eppure, sono tra gli ascensori più diffusi in Italia. Il successo deriva da costi di installazione e manutenzione ridotti, rispetto al suo “cugino” elettrico.

Anche in questo caso, in fase progettuale, dovrai pensare a come ricavare uno spazio da destinare alla centralina dellolio e al quadro di comando. Contrariamente all’ascensore elettrico, però, questa centralina non deve essere collocata alla sommità del vano, bensì adiacente e, volendo, distante dall’ascensore stesso.

L’aspetto negativo? La scarsa velocità.

Ascensori per interni MRL

ascensore per interni mrl

La terza tipologia che ti propongo è l’ascensore perfetto per chi vuole ridurre al minimo l’impatto sulla metratura del proprio appartamento. Se gli spazi a tua disposizione sono leggermente ridotti, ti consiglio di valutare questa opzione.

Gli ascensori MRL (acronimo di machine room less), ossia senza la sala macchine, oltre a consentirti una perfetta ottimizzazione degli spazi, hanno dei costi molto ridotti sia per quanto riguarda l’installazione sia per la manutenzione ordinaria.

Gli unici aspetti da tenere in considerazione riguardano il quadro di comando (solitamente collocato all’ultimo piano) e dei ganci di portata adeguati, da collocare nel soffitto.

Ascensori per interni panoramici

ascensore panoramico per interni

Se vuoi creare una piccola attrazione per il tuo appartamento, l’ultima opzione credo possa piacerti. Mai sentito parlare di ascensori panoramici? Solitamente vengono scelti per abbellire centri commerciali, e per rendere ancora più lussuosi alberghi e locali.

Oltre la componente prettamente estetica, però, questa tipologia di ascensore è una soluzione perfetta quando non è possibile ricavare, in alcuno modo, spazio allinterno della casa.

Se nel tuo appartamento non è possibile inserire un ascensore più classico, o, più semplicemente, sogni porte e pareti in cristallo, non aspettare oltre.

Sicurezza e normative

operai riparano un ascensore

Oltre le varie tipologie di ascensori, dovresti anche conoscere alcuni aspetti burocratici, che ti impediranno spiacevoli conseguenze.

Ad esempio, al momento della installazione, il tecnico incaricato dovrà lasciarti, oltre il certificato di idoneità, un numero da contattare, in caso di assistenza. Inoltre, ogni anno dovrai occuparti della manutenzione. Ma anche questo aspetto è preso in carico dalla ditta che assumerai per l’installazione del tuo ascensore.

Infine, ecco una serie diregole relative alla sicurezza, che faresti meglio a conoscere:

  • nel vano cabina del tuo ascensore non devono essere presenti fili o tubature che non facciano parte dell’impianto; viceversa dovrai fare realizzare una struttura protettiva ad hoc, per evitare eventuali danni alla struttura
  • in caso sia presente una sala macchine, dovrai preoccuparti di ricavare lo spazio sufficiente per consentire la manutenzione (e l’ispezione) al personale autorizzato
  • la stessa sala macchina deve avere un interruttore azionabile manualmente, in caso di un blocco imprevisto
  • la cabina deve essere isolata dalla sala macchine attraverso pareti cieche
  • se hai optato per un vano completamente chiuso, devi realizzare un impianto di illuminazione che soddisfi le norme previste dalla legge

Come puoi leggere tu stesso, per donare alla tua casa un pizzico in più di comfort, lusso e praticità occorre avere le idee chiare e, soprattutto, pianificare tutti i lavori insieme a un esperto del settore. Risparmiare, in questi casi, significa realizzare un pessimo lavoro e, nel peggiore dei casi, realizzarlo non a norma. Risultato? Possibili incidenti e multe salate.

Qual è l’ascensore giusto per te?

Dopo questa carrellata di ascensori, leggi e progettazioni, spero che tu abbia le idee più chiare, e le informazioni per scegliere correttamente.

Ti ricordo, inoltre, che per accedere al vano motori occorre una botola di ispezione che in genere si posiziona sull’ultimo piano dove arriva l’ascensore (la stessa botola vale come via di fuga per i vigili del fuoco). Per accedere a questa botola si può utilizzare una scala retrattile… E indovina un po’, sei capitato nel posto giusto.

FMG Scale, infatti, è leader nella progettazione e nella realizzazione di scale retrattili. Cosa aspetti? Richiedi subito una consulenza gratuita!

Scegli la scala che fa per te »

Share with your friends










Inviare
WordPress Image Lightbox Plugin