Share with your friends










Inviare

Chi vive nelle grandi città, si trova spesso a dover organizzare il poco spazio a disposizione nel proprio appartamento. Ottimizzare gli spazi è possibile, basta seguire alcuni accorgimenti. In questo articolo, ti darò dei suggerimenti per sfruttare al meglio lo spazio in casa, e ingannare il senso di clausura, che possono dare delle pareti anguste e mal distribuite (o arredate).

Una casa ariosa, spaziosa, dai soffitti alti è il sogno di tutti, ma dobbiamo far fronte alla realtà. Non sempre si abita nella casa perfetta. Questa, però, non è una buona giustificazione per non essere creativi, e abbandonare l’idea di vivere in una casa adatta alle proprie esigenze. Ti va di rivoluzionare casa?

In sintesi, ecco di cosa tratta l’articolo:

  • scelta dell’arredamento
  • disposizione degli elementi
  • scelta dei colori
  • utilizzo di scale interne
  • sfruttamento dello spazio in senso verticale

Nel dettaglio, andiamo ad analizzare ogni singolo punto.

Per ottimizzare gli spazi, devi partire dalla scelta dell’arredamento

open space per ottimizzare lo spazio in casa

La ristrutturazione prevede, in alcuni casi, anche un cambio della mobilia. Se vuoi distribuire gli spazi in casa, in maniera efficace, devi fare molta attenzione alla scelta dell’arredamento. Prediligi mobili versatili, che possano svolgere più funzioni contemporaneamente. Come, ad esempio, un pouf o una parete attrezzata con letto a scomparsa. I designer di interni, negli ultimi anni, si stanno sbizzarrendo, progettando soluzioni sempre più intelligenti. I cataloghi scoppiano di creatività, e confondersi è facile. Prima di scegliere quale comodino, o cabina armadio acquistare, devi capire a cosa ti servono.

Sembrerà scontato, ma uno degli errori più comuni è distribuire gli spazi, ignorando le proprie abitudini. Mi spiego meglio. Pensa a tutto quello che fai in casa normalmente – lavori, dormi, mangi, ti rilassi – e cerca di trasferire ognuna di queste azioni in un ambiente.

Se hai una moglie che ama lo shopping, una cabina armadio, ricavata da un sottoscala, ad esempio, può essere una scelta vincente. Così come predisporre in cucina mensole verticali e tavoli a scomparsa. Insomma, hai capito cosa voglio dire. Bisogna sfruttare un arredamento adattabile a qualsiasi tipo di ambiente e contesto.

Disponi gli elementi indispensabili

ottimizzare lo spazio in casa

Un discorso analogo va fatto, se dobbiamo parlare di come disporre i nostri mobili. Pensa sempre a come vorresti utilizzare lo spazio, che hai intenzione di arredare, e disponi gli elementi indispensabili. Io ero una frana a Tetris, non riuscivo a incastrare nulla, un po’ come quando devo sistemare la spesa in frigorifero. Ma tu, scommetto che sei più portato in questo genere di cose. Disporre gli elementi di una casa è simile a rassettare un armadio e organizzare i vari cassetti. Bisogna creare uno schema mentale, comprendere cosa (e dove) sia meglio disporre, e scegliere gli arredi e gli elementi decorativi, che offrono la massima funzionalità in minima metratura.

Un altro suggerimento che voglio darti è quello di optare per allestimenti di grandi dimensioni. Può sembrare controintuitivo, ma arredare un ambiente piccolo con mobili imponenti, contribuisce a rendere lo spazio più grande (almeno visivamente).

La scelta dei colori gioca un ruolo cruciale, non dimenticarlo

Per valorizzare un piccolo appartamento, oltre alla disposizione dell’arredamento e alla scelta di quest’ultimo, puoi utilizzare colori tenui, per creare l’illusione di un ambiente più spazioso. Inoltre, le pareti chiare riflettono la luce, donando uniformità agli spazi. Questo però non è l’unico escamotage. Per ottenere un risultato ottimale, abbina tendaggi leggeri e tappetti colorati.

Anche gli specchi possono essere un valido stratagemma per aumentare – almeno virtualmente – lo spazio in casa. Un gioco di moltiplicazioni, che abbiamo imparato a conoscere nelle case degli specchi, al luna park.

Utilizza le scale interne e punta in alto

come ottimizzare lo spazio in casa

Un’altra soluzione possibile e ingegnosa consiste nell’utilizzare le scale interne, e lo spazio sottostante. Per ogni scala, c’è un sottoscala, mi sembra abbastanza logico. Se hai un soffitto che lo consente, quindi, approfittane. Lo spazio ricavato sarà oro. Realizzare un soppalco, inoltre, è un’idea geniale, se vuoi ottimizzare gli spazi. Immagina: cucina soppalcata con camera relax, scala interna per accedere al soppalco, con libreria nel sottoscala. Tutto in un angolo.

E a proposito di angoli, crearne di nascosti, magari sfruttando una rientranza nella parete, può risolvere non pochi problemi di spazio. Se io avessi un sottoscala, ad esempio, creerei dei cassetti a scomparsa, che mi aiutino a tenere in ordine: potrei conservare i giocattoli dei bambini, le scarpe di mia moglie e i miei cappotti invernali. Inoltre, puoi far costruire un cassetto tra una scala e laltra, creando ulteriore spazio nascosto.

Pensa in verticale

Se, invece, non hai la fortuna di avere dei soffitti abbastanza alti, da permetterti l’utilizzo di una scala interna, puoi comunque sfruttare la poca altezza per dare un senso di maggiore profondità. Come? Semplice. Spesso la parte tra il soffitto e un pensile, ad esempio, non è sfruttato. Scegliere dei pensili più grandi può sopperire a questa mancanza. Gli elementi montati in alto, fanno necessariamente puntare l’occhio verso l’alto; utilizza questo trucco per valorizzare la tua casa. Opta per delle mensole, e crea piani differenziati dove riporre oggetti d’uso quotidiano, riviste, libri, cd musicali o film in blue-ray.

Ottimizza lo spazio, per vivere meglio

Gli spunti che ti ho dato possono servirti per ottimizzare lo spazio in casa. Chiaramente, le scelte vanno in base ai gusti e alle abitudini. Che poi è il leitmotiv dell’intero articolo: le abitudini sono dure a morire, immortali, senza fine. Quello che finisce, invece, è lo spazio in casa. Ci sembra sempre di essere prigionieri in casa nostra. Inizialmente è tutto chiaro: uso lo spazio che mi serve. Poi, pian piano, tendiamo a dimenticarlo, e anche avendo uno spazio ristretto, non buttiamo nulla, compriamo soprammobili di dubbia utilità. accumuliamo souvenir, regali di parenti e amici, quell’orribile lampada della zia, che vive in Australia ecc. ecc.

Se vuoi vivere meglio – perché avere spazio in casa, di fatto, migliora la qualità della vita – inizia a pensare a una ristrutturazione: butta i mobili vecchi, cerca un bravo designer di interni e un architetto qualificato. Dai anche un’occhiata a qualche rivista specializzata, troverai ulteriori spunti.

Prima di lasciarti, però, vorrei parlarti di scale retrattili. Se hai la possibilità di realizzare un soppalco, ad esempio, ma non hai lo spazio per creare delle scale interne, la scala retrattile può essere la scelta adatta.

FGM Scale, progetta e realizza scale a scomparsa su misura, adatte ad ogni esigenza e contesto abitativo. Da’ un’occhiata alle nostre scale, e divertirti a disegnare la tua scala, puoi iniziare subito… 😉

Progetta la tua scala retrattile »

Share with your friends










Inviare
WordPress Image Lightbox Plugin