Share with your friends










Inviare

La precarietà del lavoro, la disoccupazione e la paura di affrontare il futuro lasciano correre gli anni e spesso ci si risveglia sugli anta e nulla si è concluso nella vita. Quello che pesa di più e la indipendenza dai genitori. Si lotta ma soprattutto si cerca di risparmiare per poter acquistare un’abitazione grande o piccola che sia dove poter stare tranquilli e vivere la propria vita senza costrizioni. Ecco perché voglio raccontarvi come poter risparmiare se non avete tanti soldi a disposizione per avere un rifugio tutto vostro.

acquistare un'abitazione risparmiandoAlcune volte bastano soltanto piccoli accorgimenti e qualche dettaglio che fa la differenza per avere una casa al top senza aver investito troppo. Invece di darvi consigli alla rinfusa ho pensato di condividere con voi la storia della mia amica Francesca.

Ricordo ancora il nostro primo incontro. Eravamo a seguire una lezione di diritto privato all’università,  anno 1995. Quanti anni sono passati! Abbiamo condiviso insieme gli anni più belli delle nostre vite. Anni fatti di divertimento ma anche di tanti sacrifici. Gli obiettivi erano tanti, in quel periodo, e i sogni ci portavano a viaggiare con la mente e ad immaginare il nostro futuro dopo la laurea.

Ma tutto quello che avevamo sognato non si è mai realizzato. Quando ricordiamo quei giorni siamo solite dire:”Siamo una generazione di sfigati”.Si, proprio così, perché nulla è andato come doveva andare. Ma qualche mese fa la lieta notizia. Francesca ha trovato lavoro e ha deciso di andare a vivere da sola. Abbiamo brindato ma abbiamo anche pensato insieme a come risparmiare qualche soldo. Che dire ci siamo buttate a capofitto a svolgere un ruolo che non ci apparteneva, quello di design fai da te, ma con un immenso risultato un grosso divertimento. Per recuperare spazio abbiamo cercato di sfruttare l’altezza dell’appartamento, seppur minima, per realizzare uno studio. Piccolo ma davvero delizioso. Invece di usare una scala fissa in legno abbiamo usato una retrattile che è praticamente invisibile se non viene usata. Comoda, color argento e con una botola glicine (arrivata così proprio dall’azienda).

design di interni fai da teSi proprio così, perché Francesca ha voluto dipingere il suo angolo cottura in open space proprio di quel colore. Un bel colpo d’occhio vista la metratura della casa. Abbiamo cercato di risparmiare su tutto. Ma la cosa più bella è stata frugare tra le chincaglierie della nonna. Mentre spulciavamo tra i vari scatoloni, composti l’uno sull’altro, in cantina abbiamo trovato diversi reperti ancora attualissimi ed utilizzabili. Ma la grande scoperta è stata la seguente. Mentre ci preparavamo per andare in cantina abbiamo notato che per scendere giù c’era una scala retrattile come quella che Francesca aveva utilizzato per il suo studio nel suo nuovo appartamento.

Ed è stato lì che abbiamo riflettuto dicendo:” accidenti questa scala retrattile non è bella e raffinata come quelle che vengono realizzate oggi. Certo non ha un pannello colorato che può essere dotato di luci a led ma di fatto è una scala richiudibile che non crea ingombri ed io, effettivamente, non ci avevo mai riflettuto. Adesso, più che mai, sono convinta che qualche pezzo vintage nella mia casa non può mancare“.

Ed è proprio così i tempi passano ma le mode tornano. Sicuramente con qualche accorgimento maggiore, tra colori e sistemi impiantistici, ma comunque tornano. E così, abbiamo cercato di recuperare oggetti, tappeti e specchi. Uno specchio con una cornice dorata lo abbiamo usato per il bagno. Ci piaceva confondere il moderno, tanto caro a Francy, è l’antico. L’altro, invece, lungo il corridoio. Una buona idea dato che gli specchi allungano gli ambienti dando una dimensione più ampia del vano. E poi, ancora, una lampada con un cappello curioso ma di gran moda. All’inizio pensavamo si trattasse di un cappellino anni ’70. Poi, invece, abbiamo scoperto che si trattava di una lampada con un cappello a pois bianchi su fondo fucsia.

arredare senza spendere troppoChe spettacolo! E pensare che in questo anno sono di gran voga. L’esultazione è stata:”E vai!”. Che figo ragazzi potersi dedicare ad una nuova casa o meglio arredare la prima. Potrete divertirvi come meglio volete. Noi abbiamo anche realizzato qualcosa a mano. E posso dirvi che il risultato è stato più che soddisfacente.

Fatelo anche voi. Certo poi ci sarà chi non sarà in grado di gestire la propria manualità, chi non ha la cantina della nonna e chi comunque dovrà fare i conti con le poche risorse economiche a disposizione. E allora nessuna paura. C’è Ikea oppure qualsiasi altro negozio o punto vendita che offre di tutto a prezzi abbordabili. Il tutto al pari passo con i tempi e con il massimo accorgimento nel design.

Per questo dico non esitate a dare un tocco in più alla vostra casa esprimendo voi stessi. Non preoccupatevi se non avete potuto acquistare una reggia perché anche un piccolo appartamento può fare la differenza. Pensate a me e a Francesca e fatevi camminare la mente ma soprattuto il cuore visto che lì dovete viverci voi!

Share with your friends










Inviare
WordPress Image Lightbox Plugin